Notizie

Il 23 novembre (giovedì) la sede è aperta per accogliere le domande dei neo laureati. Ricordiamo che è possibile scaricare dalla home page del sito il format per le iscrizioni. Il versamento della tassa di concessione governativa NON può essere fatto in sede, naturalmente, non essendo a favore del nostro Ente; mentre i 40,00 euro della quota di iscrizione possono essere versati anche in sede (in questo caso ESCLUSIVAMENTE con bancomat o con carta di credito).

 

Un bell'articolo, molto ''ricco'', sulla professione, apparso sulle pagine del Corriere della Sera-Salute del 27 ottobre 2017. La professione infermieristica (e l'intera struttura sanitaria italiana) è certamente caratterizzata da molte diversità strutturali e da tante differenze operative.
Se è vero che ci sono punte di eccellenza, come quelle ricordate nell'articolo, abbiamo anche realtà dove un solo Infermiere deve occuparsi di moltissimi assistiti.
Ma -come sempre- qui cerchiamo di mandare un messaggio di positività: la professione infatti ha bisogno di contare anche su una buona opinione nella Società, e serve ricordare le ottime, reali opportunità che derivano dal moderno ruolo professionale, per permettere una crescita che - chiaramente -non potrà avvenire per tutti simultaneamente.
Infine, una ferma e consapevole padronanza, conoscenza, certezza del proprio ruolo deve permettere ai Colleghi di NON accettare situazioni pericolose- come abbiamo ricordato recentemente- in materia di documentazioni incomplete o di procedure imprecise (che derivano spesso da abitudini errate!)...con momenti di potenziale rischio, vissuto insieme ai pazienti assistiti, e che vedono in alcune casi Infermieri coinvolti in attività che non sono quelle previste per la professione.
(Ne parliamo anche nel nostro foglio notizie ''Q.I.-Questioni Infermieristiche'' nel numero 50, disponibile su questo sito.)

 

Questo è un messaggio che leggiamo molto volentieri sulle pagine de Il Corriere, e che da anni ricordiamo anche attraverso la pubblicazione di annunci a pagamento; con l'azione della consulta della Libera professione, o sulle pubblicità dinamiche (filobus cittadini).

 

anna frankGli Infermieri restano umani. Nel rispetto delle idee di tutti, su qualsiasi argomento, vi sono questioni e valori intangibili ed intoccabili.
Come il rispetto - assoluto- per la vicenda umana di Anna Frank, e per le storie di tutti coloro che sono morti, quando un uomo ha prevaricato un suo simile.