‘’MA A COSA SERVE IL COLLEGIO?’’ DEDICATO AI COLLEGHI PIU’ GIOVANI, E NON SOLO …

Cari Colleghi, in questi anni di impegno nel Collegio IPASVI ho incontrato molti Colleghi straordinari (dentro e fuori la nostra sede, naturalmente…) con un atteggiamento molto positivo verso la Professione, e verso la loro stessa ‘’formazione’’ e crescita, personale e professionale.

Più di un Collega, non di rado, ha dimostrato di apprezzare l’impegno del nostro Collegio e questo ci ha fatto e ci fa piacere: per molti è ‘’naturale’’ che esista un Collegio professionale, proprio per dare ‘’forza’’ alla categoria che -come ci è noto- è certamente degna di merito, ben oltre quanto -ad oggi- sta nei fatti, e nei riscontri contrattuali, privati e pubblici …
Resta sempre presente una domanda, e allo stesso tempo uno stimolo, che cerco di condividere al meglio con chi - con me- è nel Direttivo: come far sentire ‘’ascoltato’’ e ‘’tutelato’’ un Collega iscritto? Come ‘’giustificare’’ le tasse annuali, sempre in bilico fra la necessità di esser mantenute basse e il rispetto ‘’aritmetico’’ del bilancio?

Purtroppo c’è, spesso, una percezione del Collegio poco chiara.
Per questo, l’occasione vale anche per ringraziare la dottoressa Stefania Sannazzaro che, nella sua veste di direttore del polo formativo universitario spezzino (corso di Laurea in Infermieristica) fa conoscere agli studenti del corso il ruolo della istituzione IPASVI, con incontri dedicati all’argomento ordinistico.
Nella speranza che cresca sempre più anche nel nostro territorio la consapevolezza del ruolo degli Ordini, che non sono nati per la tutela diretta ed esclusiva dell’iscritto, ma soprattutto per certificare al cittadino che il professionista che hanno di fronte è uno ‘’vero’’ e accreditato, spendiamo qualche parola ancora sull’argomento, anche in questo nuovo anno….

Se volete sentirvi ‘’dentro’’ questa istituzione non c’è bisogno di essere eletti ‘’nel Direttivo’’, anzi!
Venite a trovarci e condividete un po’ di pensieri e di idee con noi; oggi i problemi della categoria sembrano prevalere sugli aspetti positivi ma il ‘’fare squadra’’ è indispensabile, sempre!...se vi viene in mente qualcosa, parlate con noi… naturalmente, possiamo occuparci principalmente di questioni professionali, ma sappiamo ascoltare anche uno sfogo, magari legato alla pensione o alla ricerca di un lavoro sicuro, due ‘’fatti’’ che oggi possono sembrare –purtroppo- così lontani …

Noi cerchiamo di dare una risposta a ogni quesito, ma è ovvio che alcuni di questi non sono nel nostro ‘’ambito’’, mentre altri lo sono.
Se non ve la sentite di venire in sede, o non riuscite a combinare con gli orari, scriveteci o contattateci sui social; noi rispondiamo sempre: anche se la domanda non riguarda gli Ordini, cercheremo di indirizzarvi al corretto interlocutore (c’era pochi giorni fa una Collega con personali questioni legate all’INPS, che abbiamo comunque aiutata nel rintracciare l’ufficio adatto alla sua necessità)…
Se avete, ad esempio, una idea legata alla valorizzazione della professione, da far (perché no) diventare pubblica il 12 maggio (Giornata Internazionale dell’Infermiere) o se volete raccontare la vostra storia professionale, o se vi servono informazioni su articoli anche da far pubblicare, contattateci; se volete cercare materiale; o se vi servono consigli e ‘’formazione’’ su concorsi ai quali vi accingete a partecipare, noi possiamo collaborare con Voi: possiamo ripetere le esperienze, già fatte, di gruppi di studio, con simulazioni di esami; con discussioni mirate, con test.
E non dimenticate la nostra offerta formativa ECM, spesso gratuita e sempre di qualità..

Ci siamo rivolti ai giovani perché li aspettiamo nelle nuove CONSULTA GIOVANI e CONSULTA LIBERA PROFESSIONE; ma naturalmente tutti i nostri iscritti, qui in sede, sono i benvenuti. Ma ora, basta parole: siamo dove sapete… Vi aspettiamo.

Francesco Falli, per il Direttivo IPASVI la Spezia- 7.1.2016