A inizio ottobre, dopo una aggressiva, quanto rapida, malattia, mia madre è deceduta presso l'hospice di Sarzana.
Inizialmente è stata tentata una strategia di trattamento, ma le sedute di radioterapia, svolte nella nostra struttura dedicata, ed effettuate con attenzione e disponibilità di tutti, non sono state completate per il fortissimo dolore legato alle posizioni necessarie per il trattamento.
A fine agosto abbiamo capito che la sola cosa da fare era una gestione accurata dei sintomi: per questo ci siamo rivolti alle Cure Palliative della nostra ASL; così la mamma è stata presa subito in carico ed immediatamente la situazione, sul piano dei sintomi, è molto migliorata.
Pochi giorni dopo è entrata in hospice a Sarzana, serena e coccolata da tutto il personale, che abbiamo sinceramente trovato veramente disponibile e preparato, competente e attento.
Come forse non tutti sanno, i Medici della struttura sono dipendenti della nostra Azienda sanitaria, mentre gli altri professionisti sono dipendenti della Coop. Elleuno.
Per tutta la durata del ricovero lei e noi familiari abbiamo potuto godere delle caratteristiche legate alla particolarità del luogo, dove - come vuole la filosofia di queste strutture- l'attenzione e le priorità sono diverse da quelle di una tradizionale degenza, inevitabilmente legata ad altre necessità incombenti.
E' proprio il senso della battaglia che il nostro Collegio, con altri soggetti pubblici e privati, ha portato avanti perché, anche nel nostro territorio, finalmente aprisse una struttura simile, che è arrivata solo a fine 2015.
Ringraziamo tutti: a cominciare dalla presa in carico effettuata dalle Cure Palliative, a casa della mamma; per continuare con la intera permanenza in hospice e con i responsabili del Centro Antalgico, che hanno assicurato continuità come tutti gli altri protagonisti della degenza: i Medici, i Colleghi Infermieri e la coordinatrice, gli Operatori socio sanitari e poi la Fisioterapista, lo Psicologo: tutti, tutti noi figli e familiari sentiamo di dovere sinceramente ringraziare incondizionatamente: senza altro aggiungere.