Sentenza chiara: gli Infermieri sono formati ed esperti per la modalità di gestione degli accessi ai pronto soccorsi detta ''see and treat'': il ricorso dell'Ordine dei Medici è stato respinto dal TAR. Non sarebbe male
smetterla con guerra di posizione un pò datate, soprattutto perchè con modalità così moderne, i tempi di attesa dei casi meno gravi possono addirittura azzerarsi.
Invece, nella stragrande maggioranza dei pronto soccorsi italiani, chi si presenta con un problema banale, come un corpo estraneo in un occhio (dopo aver ricevuto il codice colore di gravità dall'Infermiere di triage) deve
attendere magari ore per sentirsi poi dire ''esclusivamente dal dottore'' che dovrà andare dall'oculista... è solo un esempio: vi sono anche molte patologie codificate che possono essere gestite direttamente dall'Infermiere formato e sempre in situazioni di massima sicurezza per gli assistiti, come il TAR laziale ha certificato con la sua sentenza 10411/2016.