Questo è un messaggio che leggiamo molto volentieri sulle pagine de Il Corriere, e che da anni ricordiamo anche attraverso la pubblicazione di annunci a pagamento; con l'azione della consulta della Libera professione, o sulle pubblicità dinamiche (filobus cittadini).