Salute a tutti!!
(un ottimo inizio per un Infermiere! … Nota di FF)  
Sono Katia Tomè, e sono una infermiera iscritta all'Ordine degli infermieri di La Spezia.   
Che faccio nella vita…bè prima di tutto sono la mamma di Greta, la moglie di Alessandro e sono infermiere coordinatore presso l'anestesia  - rianimazione e blocco operatorio dell'ospedale di Pontremoli.   
Inoltre sono stata eletta nel mio comune e sono quindi…consigliere con delega al P.e.t. e P.p.s per il Comune di Aulla.  
Credo che capirete il mio disagio…delega al P.e.t. e P.p.s…solo gli addetti ai lavori  sono in grado di tradurre, d'altronde  il regolamento comunale prevede deleghe solo per compiti particolari e non per argomenti così  vasti come la salute... vabbè... dopo un primissimo sconforto mi è venuta un'idea  mi  sono  detta:  ok firmiamoci  delegato  alla  salute e muoviamoci in quell'ambito cercando di dare dei servizi concreti alla collettività... nascono così molte iniziative “salutari”, dove l'Ordine degli infermieri di La Spezia non ha mancato di fornire il suo contributo, tramite il consigliere  dott.ssa Sonia Cerchi.  
Ho iniziato il 29 settembre 2017 con l'evento “Aulla cardioprotetta” , durante la giornata  abbiamo eseguito oltre  100  ECG  gratuiti,  un  noto  cardiologo  aullese  (il  dott.  Gildo  Bertoncini)  li  ha  refertati  gratuitamente, sono state eseguite oltre 250 visite infermieristiche con misurazione dei principali parametri vitali; abbiamo effettuato dimostrazione di BLSD ad adulti e bambini, ed in sala del consiglio comunale abbiamo accolto le scolaresche delle elementari alle quali abbiamo proiettato dei filmati di BLSD adatti ai bambini.  
Poi c'è stato lo screening dell'aneurisma dell'aorta addominale con il dott. Giovanni Credi, Direttore dell'U.O.C. chirurgia vascolare dell'ospedale Apuane di Massa e  qui  abbiamo  eseguito  una  sessantina  di ecodoppler.  
Quindi c'è stato  il convegno sui tumori femminili “Progetto donna: un futuro in rosa”, con la presenza dei massimi esperti dell'USL Toscana Nordovest.   
Subito dopo si è svolto il convegno sulle D.A.T. “Testamento biologico, le nuove frontiere della libertà”, dove è intervenuto anche il dott. Mario Riccio.  
Insomma...sentivo una spinta dentro di me che mi indirizzava sempre verso nuovi impegni... nuovi eventi, ci ho messo un po' a capire perché... poi ho capito cos'era quella spinta... l'orgoglio professionale... ebbene si l'orgoglio di essere infe rmiera e di potermi occupare della salute della mia collettività utilizzando strumenti che prima della mia elezione non mi erano così vicini.  
Quindi arrivai ad aprile 2018 con “Donne senza pausa”, evento dedicato alla menopausa con la partecipazione di un' ostetrica, un ortopedico e una sessuologa.  
A maggio 2018 ho dato la mia performance migliore con l'evento “Benessere a 360  gradi” .  
La città di Aulla si è trasformata in un grande “ambulatorio” con annesso “centro benessere”, abbiamo eseguito oltre 600 prestazioni, ecodoppler, esami del sangue, ecografie, agopuntura, visita dermatologica, visita  chirurgica,  chirurgo  estetico,  oculista,  ottico,  ortottista,  psicologa,  logopedista,  ostetrica, audiometrista, otto massaggiatori a disposizione tutto il giorno, osteopata ecc... inoltre alcuni bar di Aulla si erano organizzati un aperitivo con evento annesso... tipo il salotto esoterico, la poetry therapy, aperitivo con  la nutrizionista, merenda con l'odontoiatra ecc...   
Ci tengo a sottolineare che gli eventi di cui sopra sono stati a  costo zero per il Comune di Aulla, e che gli incontri  hanno  sempre  previsto  un  ruolo  per  la  nostra  professione  (oltre  al  fatto  che  li  ho  proposti  io –infermiera- nel contesto del nostro mandato comunale.)  
Ora pausa estiva e... si ricomincia a settembre.  
Orgogliosa di essere infermiera sempre.   

Katia, estate 2018